Polent-à-porter di Quinoa e Le Gruyère

Ero indecisa se proporre questa ricetta per il contest di Tery.
Perchè la domanda sorge spontanea: 
ma la polenta è o non è streetfood?
Bel dilemma.
Poi ho pensato alle sagre della polenta che sono molto diffuse da queste parti.
E mi sono detta: perchè no? 
E così, in questa proposta, parto dalla Bolivia (quinoa), mi soffermo nelle valli bergamasche (polenta), attraverso la Svizzera (le Gruyère) per giungere in… Francia (poi vedrete.. ).
Voilà.. Polent-à-porter 😉

Polenta di fiocchi di quinoa e le Gruyère
Per due porzioni:
2 tazzine (da caffè) di fiocchi di quinoa
6 tazzine (da caffè) di acqua
150 gr di le Gruyère a pezzettini e fettine a piacere
1 cucchiaino di sale
 
1. In un pentolino versare i fiocchi di quinoa, unire l’acqua, le Gruyère e il sale e portare ad ebollizione, mescolando di continuo.
2. Cuocere per circa 7 minuti dall’ebollizione, ovvero finchè la quinoa avrà assorbito sia il formaggio che il liquido. Spegnere il fuoco, adagiare una fettina di Gruyère, coprire con coperchio e servire poco dopo.
***
Con questa ricetta, partecipo al contest dell’amica dolce Teresa di Peperoni e Cioccolato: “Swiss Cheese Parade“:
 
***
Lo so, lo so, carinissima quella mucca vero?
Presa a Les Deux Alpes ai tempi della scuola sci estiva!
Ecco perchè la.. Francia!! 🙂
 
Buon week end a tutti !
 
 
 
 
 

67 Comments

  • laura ha detto:

    Buona buona!!! e la mucca è un amore!! 🙂

  • Sonia Moi ha detto:

    Hai fatto un mix di sapori come sei tu carissima Vaty! Una contaminazione perfetta!!!

  • Zucchero e zenzero ha detto:

    Ecco un’altra ricetta “contaminata”! Tu sei troppo avanti mia cara 🙂
    Già che ci sono ne vorrei una ciotolina per pranzo!
    Buona giornata!
    V

  • Dolci a gogo ha detto:

    Tesoro credo che sia una ricetta stupenda e innovativa vestire la polenta in stile street food quindi brava la mia cucciola e cosa darei per una cucchiaiata di questa meraviglia!! Un bacio grande donna , tvbbbbb, Imma

  • Chiarapassion ha detto:

    Polenta di quinoa? Segno tutto e la preparo per pranzo. La polenta è sicuramente uno street food, a Napoli i triangolini di polenta fritta (scagliuozzoli) sono venduti insieme alle zeppole e crocchè che rappresentano a pieno la cucina partenopea di strada. Quindi direi che sei proprio in tema.
    Buon w.e. dolce Vaty

    • Vaty ♪ ha detto:

      Adoro Napoli.. E tutte le sue proposte culinarie!!
      Ps ho usato i FIOCCHI di quinoa che ha una consistenza diversa dalla classica quinoa in semi (che confesso non mi fa impazzire..) :*

  • Vaty le tue foto mi esaltano, mi piace non solo la foto in se stessa ma anche i soggetti, bellissima la mucchina!!! e buonissima la tua quinoa con il gruyère, spero con tutto il cuore di incontrarti a Milano, incrocio le dita!! Un bacio grande Manu

  • Sara ha detto:

    spettacolo!! che genio che sei! cmq io proporrò la polenta anche se in versione rivisitata, per partecipare al contest di Tery! sempre che riuscirò a dedicarmi alla cucina questo w.e.!! Prima o poi realizzerò anche la ricetta per il tuo di contest…non disperare..lo sai che sono sempre l’ultima!

    Ti abbraccio cara e bravissima!!
    p.s.: la mucca è dolcissimaaa..poverina però l’hai infilzata di bandierine..ahahahahahah :)!

  • Paola ha detto:

    Eccome se è street food la polenta, a me piace tantissimo!
    Paola
    http://www.lechicchedipaola.it/

  • Aria ha detto:

    a casa mia andrebbe a ruba, e infatti ti copierò presto la ricetta da portare in tavola!

  • UIFPW08 ha detto:

    Sempre fotografie bellissime e ricette da favola complimenti Vaty.
    Un abbraccio forte buon fine settimana
    Maurizio

  • Casale Versa ha detto:

    Che meraviglia questo Contest.. ho visto tutte le vostre speciali ricette e ho preso un kg.. peccato che ormai nell’abito da sposa ci devo entrare giusta giusta! ;D ho la data Vaty… è il 24 Maggio!!! ;D Valeria e Danilo sposi!!!!!!!
    p.s. dovevo condividere con te questa grandissima notizia! ;D ti abbraccio!

  • ma sì sì sì che è street food.. nel senso che anche se il pranzo è finito tu esci di casa masticando ancora questa polentina perchè non puoi farne a meno : ))))
    mi piace la quinoa e non l’ ho mai abbinata a formaggi di questo tipo: ottima idea!
    bacio!!

  • Laura ha detto:

    Vaty…e che meraviglia…mucca e polenta…ma sì che è uno street food…!!! Con tutte le sagre che fanno in giro!!! Le foto sono fantastiche!!!

  • Monica Chiocca ha detto:

    Solo tu potevi riuscire a fare la polenta di quinoa!!! E per me è molto street food,d’altra parte servita così la puoi portare ovunque! Un bacio tesoro

  • Annarita Rossi ha detto:

    Questo è uno street food di una eleganza e di una raffinatezza uniche. Quella mucchina poi è troppo forte. Un bacione tersora.

  • Federica Simoni ha detto:

    Vaty sei sempre avanti, complimenti davvero, ho imparato qualcosa di nuovo!! Grazie! Buon we

  • Roberta Perrone ha detto:

    Vaty, ma è delizioso questo piatto! Un tripudio di bontà, come vorrei farmi una schiscetta diq uesto tipo!

  • Elena Sofia ha detto:

    Ma che buona! Con queste ricette riesci sempre a sorprendermi 🙂

  • Giuse B ha detto:

    Scopro ancora cose che abbiamo in comune Vaty. Anch’io ho sciato alle Deux Alpes in estate! Luogo bellissimo!
    La ricetta è moooolto street food.
    Baciiiii.
    GiuseB

    • Vaty ♪ ha detto:

      A me piace molto quel posto! Sciare la mattina e pattinare (mia altra grande passione) il pomeriggio! quando la piccola sarà’ più grande, vorrei portarla. Magari ci andiamo insieme?

  • Elena Bruno ha detto:

    Anche io ho fatto la polenta ma classica di mais, alle nostre fiere è uno street food per cui approvatissima!
    Molto interessante con la quinoa 🙂

  • m4ry ha detto:

    Direi che l’idea è molto carina, e anche contaminata 😉 Se poi me la servono così, io sono ancora più felice 🙂 E’ uno street food di classe 🙂 Un bacione Vaty <3

  • Va be’ che io nello street-food metterei pure la vellutata di verdure, ma la polenta-a-porter non può che esserlo!!!
    Da mangiare calda, magari passeggiando tra le bancarelle per i mercatini di Natale, per regalarsi felicità alla mente e allo stomaco…sì, sì, sarebbe un ottimo street food!
    Un abbraccio.

    Alice

  • Audrey Borderline ha detto:

    tesoro, ma che bella la tua idea di polenta à porter, da noi la polenta è molto street food perchè viene fatta, poi lasciata raffreddare e per strada viene fritta al momento e veduta nei sacchettini di carta. Con due euro te ne porti davvero via tanta e si chiama sgagliozz 😉
    bacione e buon week end

  • cadè ha detto:

    Incantata, dalla ricetta, dal “viaggio”, dalla presentazione e dalle foto ..e dalla grazia e delicatezza con cui ci rendi partecipi!
    Un abbraccio
    Candida

  • Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Mia mamma cucina spesso la quinoa perché lei è allergica al glutine, le proporrò questa ricetta! ^_^
    Dev’essere davvero buona con il formaggio… Grazie per l’idea! 🙂
    Qua a Crema (ma non solo qui, anche a Bg alta e se non sbaglio anche a Treviglio) c’è un negozio che vende la polenta, farcita con ciò che vuoi… Quindi è perfetta come street food! ^_^
    A presto…

    Gloria

  • Ely Mazzini ha detto:

    Ciao Vaty, troppo geniale la polenta di quinoa e abbinata al favoloso Gruyère è il massimo!!! Bravissima Vaty, hai creato un piatto favoloso, per me è un perfetto streetfood!!!
    Bacioni, buon fine settimana…un bacino anche alla tua dolce Sofia 🙂

  • TataNora ha detto:

    Anch’io ho fatto la settimana di sci estivo a Les Deux Alpes e mi ricordo la Raclette mangiata di sera in compagnia di tutta la scuola.
    Ti confesso che non ho mai assaggiato la Quinoa ma mi hai messo una certa curiosità….
    Bello l’abbinamento tipo *polenta concia*, perchè non provare?
    A presto
    Nora

  • Grande Vaty, bella abbinata quella della polenta di quinoa. Immagino che i fiocchi non siano amari come i semi (che richiedono un lavaggio attento prima di consumarli).
    Dove li compri?
    bacioni

    • Vaty ♪ ha detto:

      I fiocchi sono molto più gradevoli e io e mio marito compriamo quasi sempre i fiocchi (come da foto postata su fb). I semi li trovo un po’ amari infatti e la consistenza non mi fa impazzire. La quinoa in fiocchi , invece, cotta così – anche senza formaggio – si presenta come leggera polentina e noi la abbiniamo a qualsiasi piatto secondo, in sostituzione del pane (mio marito non mangia glutine).

  • Claudia ha detto:

    Bè… se possiamo mangiarla mentre camminiamo.. allora è street food si!!!! Bella proposta cara Vaty.. in bocca al lupo peril contest allora!! 🙂 smack e buon w.e.

  • Erica Di Paolo ha detto:

    Direi che non è solo street, ma è anche “très jolie” come street food!! Sempre per rimanere in Francia, insieme alla mucca ^_^
    Gran bel lavoro, con la quinoa, poi… Bravissima!

  • monica zacchia ha detto:

    street o non street mi state facendo morire con tutto sto formaggio in giro per i blog e le polentine bianche, che a me quella rossa proprio non piace ma bianca con il gruyere potrei murì! che cocottina bellissima, un bacio tesoro manca pochissimo <3 mony

  • Michela Sassi ha detto:

    Proposta molto golosa e innovativa, bravissima, come sempre!
    Un bacione, Michela

  • Miss Mou ha detto:

    Che bella e poi lo street food ce lo inventiamo noi!!

  • ada parisi ha detto:

    Ma perché non ho mai comprato né mangiato la quinoa?? Oggi ho comprato la pasta di curry verde ed ero felice, ma adesso devo assolutamente avere la quinoa perché io stravedo per polente e polentine. Certo che sono street food, se me la mandi te lo dimostro… Ciao, Ada

  • Ho provato l’altro giorno per la prima volta la quinoa….ne sono entusiasta!
    E, finger food o no, questo piatto mi stuzzica un sacco e ti garantisco che una sera lo propongo a casa!
    Un bacio Vaty e buon fine settimana <3

  • veronica ha detto:

    Hai avuto un’ idea geniale cara Vaty, l’ uso della quinoa e’ perfetto per questo piatto fantastico. Che bella la mucchetta. baci e buon w.e.

  • Stefania Zecca ha detto:

    Mi devo decidere a prendere questa quinoa… Un piatto semplice e molto buono. Un bacio 🙂

  • Viviana Aiello ha detto:

    très fantastic! Non c’è che dire!
    Buon weekend carissima!

  • Gabila Gerardi ha detto:

    A questo giro ti ho persa….mi è sfuggita la pubblicazione del post amore! Geniale l’ idea, la quinoa io la devo assolutamente provare, tu la usi spesso e magari mi saprai consigliare amica! Ho pronto anch’ io il secondo post per lo Svizzero! Passa un buon we e noi ci sentiamo presto vero? Bacino tesò!

  • Azzurra ha detto:

    che bella e che buona!!!
    bacino tesoro

  • Ketty Valenti ha detto:

    Si deliziosa la mucchina….ma vogliamo parlare di tutto il resto!!! che bontà…..mi piace anche come streetfood….idea molto molto prelibata!
    Z&C

  • Eli ha detto:

    Sei unica ed innovativa.
    Sono una polentona doc e questo piatto mi elettrizza! scatti stupendi 😉
    Buon fine settimana cara e al prossimo post
    Bacio

  • Ida Cancro ha detto:

    Alla fine tutto può essere trasformato in street food! Deve essere proprio saporita questa versione di polenta, anche perchè questi formaggi sono veramente ottimi, una sorpresa per me! un bacio.

  • Elena Siano ha detto:

    Una ricetta che sarebbe nelle mie corde e nel mio palato…amo polenta e Gruyère…ma fare la polenta con la quinoa…..da comprare e provare…foto sempre stupende Vaty…

  • Amica mia, qui da te, tutto è possibile, anche che la polenta si trasformi in uno street food d’eccezione… Inutile dire che non l’avrei mai nemmeno pensato… anche l’accostamento con la quinoa è geniale, ma chetelodicoafare:) riesci sempre lasciare il segno… e regalare il tuo tocco magico, contaminando ricette con il tuo stile unico… :* per non parlare delle foto… mi sono innamorata di quella barchetta… *_* ma in realtà è conseguenza…. io sono innamorata di questo posto, della padrona di casa e di tutto quello che fa:**
    Finalmente riemergo su questi schermi… 2 settimane senza pc sono decisamente troppe:((…. rimando a una bella chiacchierata telefonica (di quelle nostre lunghe lunghissime), tutte le peripezie di questi giorni… intanto di mando un abbraccio immenso… mi manchi tanto:** tvb:**

  • Cinzia Ceccolin ha detto:

    Ottima ricetta!! Da noi in Valle, la polenta è un must 🙂 complimenti per la presentazione e per la mucca 🙂 è carinissima :-)!!

  • alle sagre di paese la servono eccome! di solito con il classico salamino nella tristissima vaschettina di alluminio usa e getta, altro che mucchina chic!!!!
    la quinoa non l’ho ancora mai provata figurati in fiocchi, però rimedio al primo tour nel negozio bio 🙂

  • journeycake ha detto:

    Cara Vaty, questa polent-à-porter è chiccosissima ed è anche glutenfree!! Io uso moltissimo la quinoa, purtroppo non riesco però a trovarla in fiocchi (o meglio non la trovo con la rassicurazione del produttore che vi sia stata contaminazione crociata con altri alimenti glutinosi..) Un abbraccio simo

  • Roberta Morasco ha detto:

    Ma certo che ci sta la polent à porter!!!
    E’ una vera genialata amica!!
    Mi piace tantissimo questo abbinamento quinoa-polenta-formaggio, BRAVA!
    E….manca davvero poco!!!!!
    Dai che ci vediamo!!! Un abbraccio e buona domenica!! Roberta <3

  • Gemma ha detto:

    Sì, la polenta è uno street food 🙂
    Difficile scegliere tra la ricetta e la mucca…

  • Ely Valsecchi ha detto:

    Vaty io direi che la polenta può essere un cibo da strada, questa tua ricettina in una teglia di alluminio sai che meraviglia? Magari su una panchina davanti al lago di Lecco 🙂 Una golosità unica con un ingrediente poco conosciuto 🙂 Baci e buona domenica

  • Lara Bianchini ha detto:

    fantastica idea, da portare a spasso morbida… e deve essere deliziosa e direi anche contaminata, tutto in uno per non farci mancare nente 😉

  • Barbara Baccarini ha detto:

    più vedo le vostre proposte e più mi mangio le mani per essere arrivata a conoscenza di questo contest troppo tardi!
    questa polenta è da provare subito..la mucca poi è favolosa!!
    bravissima e bellissime foto come sempre!
    un abbraccio e felice domenica!

  • Andrea ha detto:

    Un piatto di strada molto creativo e insolito: solo tu potevi pensare a questi abbinamenti che richiamano alcune specialità internazionali. La mucca svizzera, poi, è strepitosa! Un abbraccio

  • Tantocaruccia ha detto:

    In realtà la polenta è un gran bello street food! Se servito in un cestino da portar via ancora di più:D mi piacciono le proposte per questo contest.. carine le tue foto, come sempre:D
    :*

  • Finalmente ci sono riuscita a passare di qui.
    Trasloco terminato e tornata al lavoro.
    Tra una cosa e l’altra tiro il fiato sbirciando i blog di tutte ed è così che riesco a mantenere tutti i giorni il sorriso in un posto dove in pochi sanno davvero cosa vuol dire.
    Sei geniale bella donna. La polenta è una meraviglia della cucina e tu l’hai adattata alla perfezione al concetto street food.
    Sei brava ma che te lo dico a fare.
    Non vedo l’ora di conoscerti.
    Un abbraccio

  • Eppure mi sembrava di averlo lasciato un commento!
    Ma certo che è street food! Io me la mangerei eccome per strada, in piedi, sdraiata e pure a testa in giù questa polenta! 🙂

  • Sonia ha detto:

    ma dai! che bella idea, sia nel titolo che nell’ingredientistica! la mucchina è deliziosa, l’ambientazione francese non può non piacermi, baciuzzi bedda mia!

  • Non sapevo nulla della polentina di quinoa… molto interessante.
    E a me la polenta concia, con taaaaanto formaggio, piace sempre 🙂

  • Giuli ha detto:

    La polenta street food?
    Qui da noi lo è, per lo più sotto il periodo dei mercatini.
    Ti riempie lo stomaco e ti scalda la giornata con un vin brulè!
    Grazie per la chicca, sei sempre originale in tutto!

  • Daniela Pittiglio ha detto:

    Ciao Vaty!! Idea strepitosa, polenta alla quinoa! Io che consumo la quinoa in tutte le ricette devo ammettere che non avevo pensato di farci la polenta 😉 Bravissima! Me la segno, e con questo freddino è ideale 🙂
    http://www.blu-indigo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *