Panettoncino salato con pata negra, burrata e pomodori confit

I panettoncini salati sono un’idea perfetta per un aperitivo tra amici, un brunch della domenica oppure come antipasto per le feste di natale e capodanno. Potete trovare i panettoncini salati  già pronti della Motta in comode porzioni da 80g: sono sfiziosissimi, soffici e gustosi.

Diverse le varianti disponibili: pomodoro & olive, erbe provenzali & pecorino e cipolla & formaggio, tutte ugualmente gradevoli al palato e abbinabili ad altre farciture e condimenti. 

Io li ho provati dapprima come merenda salata e ho subito adorato sia il gusto pomodoro & olive, sia quello alla cipolla & formaggio.

Questi panettoncini sono delle chicche (adoro tutto ciò che è mini o monoporzione) e si sciolgono in bocca per la morbidezza, sopratutto se li scaldate per pochissimi minuti nel forno.

Poi ho pensato ad un modo diverso, elegante e speciale di presentare il panettoncino al gusto pomodoro e olive: panettone farcito con pata negra, pomodori confit, burrata, un cappero e un tocco di miele al tartufo. 

La proposta è stata approvata ad unanimità qui in famiglia e ora sono pronta a sfoggiare questo aperitivo con amici e parenti!

 

Print Recipe
Panettoncino salato con pata negra, pomodori confit e burrata
Panettoncino salato con pata negra, pomodori confit, burrata, capperi e miele al tartufo
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
  • 2 confezioni panettoncino salato (Motta - gusto pomodoro & olive)
  • q.b. burrata
  • 10 pomodorini (di Pachino)
  • 80 g pata negra (prosciutto iberico)
  • 2 capperi
  • gocce miele al tartufo (facoltativo)
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
  • 2 confezioni panettoncino salato (Motta - gusto pomodoro & olive)
  • q.b. burrata
  • 10 pomodorini (di Pachino)
  • 80 g pata negra (prosciutto iberico)
  • 2 capperi
  • gocce miele al tartufo (facoltativo)
Istruzioni
  1. Per i pomodori confit: tagliare a metà i pomodori, scaldare una padella antiaderente e unire i pomodori facendoli abbrustolire leggermente, senza sale e senza spezie. (potete procedere anche con il metodo classico nel forno, ponendo i pomodorini su una teglia ricoperta da carta da forno).
  2. Scaldare i panettoncini nel forno per pochi minuti.
  3. Tagliare un primo strato in basso: spalmare con della burrata, adagiarvi 1-2 fettine sottili di pata negra, 2-3 pomodori confit, un cappero e se vi piace un goccio di miele al tartufo (si tratta di miele aromatizzato al tartufo che trovate nei negozi di tartufo o in speciali gastronomie.)
  4. Chiudere il panettoncino e procedere con un secondo strato più in alto inserendovi gli stessi ingredienti. Servite a piacere con un "cappellino" di pata negra e un pomodoro confit.

Note:

  • il panettoncino è già saporito quindi non salate gli ingredienti
  • i capperi sono sfiziosi ma qui ne basta davvero 1-2 per panettone
  • il pata negra (o jamon iberico) è un tipo di prosciutto proveniente da maiale di razza iberica, molto apprezzato nella cucina spagnola e nella cucina portoghese, considerato un prodotto di alta cucina. In Italia lo trovate nel reparto delle specialità gastronomiche: il prezzo è molto caro (oltre 10eu per una confezione di 80g). Ma è un prodotto di grande eccellenza, ne varrà la pena per festeggiare qualcosa di speciale!
  • potete sostituire il prosciutto iberico con uno prosciutto italiano di alta qualità.
  • il miele al tartufo è un miele aromatizzato al tartufo: lo trovate nei negozi di alta gastronomia. Il suo abbinamento in questa ricetta potrebbe sembrare azzardato, ma il tocco di dolcezza chiude in bellezza il percorso gustativo di questa proposta: un impasto caldo e morbido, una burrata fresca e delicata, un pata negra saporito e grasso, dei pomodori confit gustosi e abbrustoliti e un legante dal sapore deciso e dolce come il miele al tartufo, appunto.

 

 

Ecco a voi, in anticipo, una proposta ricercata e speciale per stupire i vostri ospiti alle prossime festività!

 

Ricetta in collaborazione con Motta.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *