Spiedini di pollo in salsa di ostriche

Questa settimana è stata densa.
Voi credete nel Destino?

Romain Rolland disse: 
 “Noi non scegliamo il nostro destino. E’ il destino che sceglie noi. 
Ed è saggezza mostrarci degni della sua scelta, qualunque essa sia.”

***

SPIEDINI DI POLLO IN SALSA DI OSTRICHE


Tempo di preparazione: 2,5 ore
Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti per 4 persone:
500 gr petto di pollo tagliato a strisce
2 cucchiai di salsa di ostriche * 
1 cipolla
2 cucchiaini di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di olio di arachidi (o girasole)


Preparazione
Ho infilato le strisce di pollo in spiedini di bambù.
In un mixer, ho inserito 1/2 cipolla tritata, lo zucchero di canna, la salsa di ostriche, il sale e l’aglio ed ho frullato, creando un impasto.
Ho marinato gli spiedini di pollo con metà dell’impasto e lasciato riposare per 2 ore.
Ho rosolato il resto della cipolla tritata nell’olio e vi ho inserito l’impasto rimasto e cotto per 3 minuti fino a creare una salsina.
Ho grigliato gli spiedini (fino a che diventano dorati) ed ho servito gli spiedini, spennellandoli con la salsa.




Questa ricetta ricorda vagamente il pollo satay thai, ma l’ho modificata “a modo mio”, in base agli ingredienti disponibili qui in Italia ed a mio piacimento: in particolare, ho aggiunto la salsa di ostriche * che amo e che ritengo una marinatura saporitissima.
(* la salsa di ostriche è una salsa simile alla salsa di soia, ma è più densa e saporita ed ha un gusto più verso il dolce-salato.)
Con questa ricetta partecipo, seppur in extrimis, al contest di Valentina del blog La Cucina che Vale dal nome FARINA DEL MIO SACCO.


Perdonami per il ritardo Valentina.. però ci tenevo davvero a partecipare, 
soprattutto con una ricetta orientale, una ricetta “my stile”.

Perchè se il mio Destino era quello di vivere a migliaia di chilometri dalla mia Terra,
allora ho deciso di mostrarmi degna di questa scelta del Destino.. 😉


Vaty

71 Comments

  • angelo battaglia ha detto:

    Deve essere buonissima questa ricetta non vedo l’ora di prepararla e poi ti faccio sapere come è andata, in bocca al lupo per il concorso e buona domenica ciao Angelo.

  • Antonella ha detto:

    Ciao Vaty, che bella e buona ricetta, magari provo a farla. Bellissime le fotografie che accompagnano il tuo post e che come sempre mi comunicano serenità e dolcezza. Buon proseguimento di giornata, un abbraccio.
    Antonella

  • Sara fatina ha detto:

    A vederli dalla foto sembrano buonissimi! In bocca al lupo per il contest, spero che tu vinca! Un bacione!

  • Audrey ha detto:

    Ciao Vaty,
    questa ricetta mi incuriosisce molto,voglio provarla assolutamente, anche perchè adoro assaggiare le ricette che appartengono ad altri panorami culturali.
    Come sempre i tuoi post sono cosi belle,interessanti e delicati…le foto che hai messo mi piacciono tantissimo e trovo la frase di Romain Rolland davvero veritiera. Anche il mio destino mi ha portato a vivere lontana dalla mia terra,non è facile,ma con il tempo questo posto lo sento mio,infondo mio padre è italiano,quindi per metà lo sono anch’io,ma la nostalgia riaffiora sempre. Il destino della mia famiglia ha voluto che mia madre che è spagnola emigrasse in Francia e che io emigrassi in Italia,la storia si è ripetuta nello stesso modo,ma con luoghi diversi,evidentemente doveva essere cosi,anche se spesso non sò quale sia il mio posto nel mondo.
    Un abbraccio immenso,buona domenica a te e alla tua famiglia 🙂

  • Sonia Aguiar ha detto:

    ¡Gracias por la receta!

  • ❀~ Simo ♥~ ha detto:

    In bocca al lupo per il contest e complimenti per il click

  • ciao cara Vaty! gli spiedini sono molto appetitosi, sebbene non conosca la salsa di ostriche. Conosco i satay con la salsa alle arachidi e cocco che adoro!
    Bellissima la fotografia, e, credo nel destino.. non in tutto, ma nel senso che alcune cose ci devono accadere e succedono per davvero. Se poi le abbiamo desiderate, ancor meglio! 🙂

  • cinzia corbetta ha detto:

    ciao cara! un altro post intenso…come sei tu, adesso che comincio a conoscerti. La ricetta mi ingolosisce, non ho mai cercato questa salsa, proverò…
    un abbraccio e in bocca al lupo per il contest!

  • veronica ha detto:

    Che ricetta elegante ^_^ bravissima. Baci.

  • Mary ha detto:

    Cara Vaty, io credo molto al destino. Sono convinta che le cose non accadano mai per caso. Non sempre riusciamo a capire il perchè..ma poi, arriva un momento in cui tutto diventa chiaro. Anche per me questo è un periodo di grandi riflessioni, e secondo me, il mio destino, sta cercando di indicarmi una nuova strada..vedremo…
    La tua ricetta è favolosa ! E le foto, anche !
    Un bacio grande e buona serata !

  • Stefania Orlando ha detto:

    Anche io credo che non ci si possa sottrarre, il destino che ci aspetta deve trovarci preparati.

    Per la ricetta, invece, è stupenda! Persino qui in Arabia trovo con facilità l’oyster sauce, quindi non potrò non provarla 🙂

  • Monique ha detto:

    Ciao cara Vaty!
    Il destino ci sceglie … anche se non ne comprendiamo il perchè quando accadono soprattutto delle brutte cose …
    Questi spiedini sono favolosi e grazie per averci fatto conoscere questa salsa di ostriche.
    Un bacione
    Monique

  • Martissima ha detto:

    nella mia dispensa il reparto asiatico è ben fornito ^______^ quindi questi spiedini me li salvo subito, ciauzzzzz

  • Who is? ha detto:

    Ecco, l’esempio di come devi affrontare il tuo destino è proprio nella tua ricetta: non disponi di tutti gli ingredienti, allora utilizzi la fantasia per poter raggiungere un risultato simile.
    Domanda: gli spiedini che prepari in Italia sono all’altezza di quelli thailandesi?

  • io credo che sia vero che il destino ci sceglie, poi sta anche a noi dargli la giusta via…
    i tuoi spiedini mi piacciono molto pero’ non so dove trovare la salsa di ostriche. E le tue foto sono semplicemnte stupende! un bacio

  • Vaty ♪ ha detto:

    @ Angelo: dai Angelo, allora sei tra gli uomini che si incimenta in cucina? allora attendiamo qualche scatto come foodblogger 🙂

    @ Antonella: le tue parole mi lusingano sempre! grazie carissima.. dai, se per caso ti saranno piaciuti, fammi sapere!

    @ Sara: grazie Sarina! ma.. le foto del saggio?? guarda che sono una tua fan!!

    @ Audrey: Audrey cara, allora ora capisco perchè questo nome bellissimo francese .. 🙂 Sono sicura che queste esperienze ti abbiano arricchita molto e, in effetti, da ciò che scrivi, nonostante la tua giovane età, dimostra una grande maturità e consapevolezza. Poi ci racconterai di più.. ? 🙂

    @ Sonia e Simo: grazie mille ragazze!

    @ Daniela: dovevamo fare il bbq insieme oggi!! 😉 il destino.. già, in molti case i miei desideri si sono avverati per cui non posso lamentarmi. ^_^

    @ Cinzia e Veronica: grazie, sempre troppo care 🙂

    @ Mary: O mamma cosa sento.. una nuova strada, davvero? lo spero tanto per te ma.. mica finisce qui, nel prossimo post, vogliamo saperne di più di questo bel bivio davanti al quale ti trovi ^_^ un bacione, cara.

    @ Stefania: bhè, non credo ci sia persona più preparata di te riguardo al destino.. Sei una forza della natura!

    @ Monique: si, la salsa di ostriche la trovi in tutti i negozi orientali. è un prodotto asiatico comunissimo. lo so lo so, non sarà sana.. ma è BUONISSIMA 😉

    @ Martissima: bene, Marti! allora poi mi farai sapere! certo, magari la cipolla andrebbe un pò calibrata.. 😀

    @ Who is: ahahah, hai ragione!! In realtà questi spiedini NON C’ENTRANO NIENTE CON IL SATAY (forse solo l’aspetto). quest’ultimo è guarnito con salsa di arachidi e cocco, etc.. insomma troppo complicato a fare (almeno per me)! il sapore è simile al “vitello in salsa di ostriche”, hai presente?

  • Giulia ha detto:

    Il modo in cui mi hai scritto è stato dolcissimo, mi sono quasi commossa. Incredibile l’empatia possa crearsi tramite un semplice computer, anche questo è destino no?
    La strada è ancora lunga ma spero di avere sempre questa forza, grazie mille per i tuoi incoraggiamenti, se provengono da te sono ancora migliori 🙂

    E la tua ricetta mi fa venire l’acquolina in bocca 🙂
    Un abbraccio grande, sorellona!

  • Strawberry ha detto:

    Che buona questa ricetta!!!! La proverò…a me piace tanto la cucina in stile orientale…poi se l’hai ideata tu sarà sicuro buonissima…:-)
    Quella del destino è una questione spinosa per me…al momento lo trovo incomprensibile e non riesco a capire perché il fato debba scegliere per me…dicono che per ogni cosa c’è una ragione, un senso…chissà…forse devo imparare ad accettarlo semplicemente…e rendermi degna…:-)

  • Who is? ha detto:

    Non propriamente… i tuoi gusti sono comprensibilmente esotici per me 🙂

  • simona ha detto:

    Tesoro il destino è un argomento molto contradditorio e parecchio incompresibile.. Ci sono situazioni tremendamente scritte a cui è difficile sfuggire ad esempio la morte, una malattia.. ma credo anche nella forza di volontà, dei sentimenti e nelle idee che diventano azioni… o quanto meno provarci a trasformarle in fatti.. perchè (citando la frase di un film a me caro) “chi non ha mai tentato nn ha mai vissuto”… 🙂
    Questi spiedini sono incantevoli e la salsa di ostriche geniale.. una chicca tutta vostra che mi ha incuriosito e cercherò di procurarmi al più presto! un abbraccio pieno d’affetto mia cara amica Vaty:*

  • MissValerie ha detto:

    ummm tesoro! chissà che bontà.. complimenti per la scelta anche di quelle foto in campagna.. stupende! ti abbraccio..

  • Cinzia ha detto:

    Che bontà!!! Ho già l’acquolina in bocca!
    Cinzia

  • Laura ha detto:

    ummmm che bontà…eh sì credo nel destino…tutto ha un senso, sempre! Un abbraccio.

  • Pino Palumbo ha detto:

    …Comincio a leggere…titolo e foto…una ricetta poi in mezzo quella domanda…”Voi credete nel destino?” e poi la citazione di Rolland…saggia…poi eccola…la ricetta vera e pura come da rivista di cucina…mi sento un pò confuso! E’ un post complicato o forse Vaty nel comporre il post ha per errore fatto un “copia-incolla” di 2 appunti diversi?!…ma aspetta…mi ricordo che io i post di Vaty li leggo sempre fino in fondo…fino alla parola…l’ultima…prima della sua firma!…Mai banale Vaty…Degna di questa scelta del destino…Cosa ti sei “inventata” per presentare semplicemente…una ricetta! Beh in fondo dicono che i migliori chef sono quelli che hanno più fantasia…se crediamo questo…allora bisogna premiarti sulla fiducia. Ciao. A presto.

  • Ely ha detto:

    Passo di qui per la prima volta. E so che è stata la cosa giusta. Come quando si gode di una goccia di rugiada brillante, scoperta tra l’erba come fosse un tesoro: proprio lì- in quell’istante- ad incrociare il nostro sguardo in un immenso prato. I nostri- non gli occhi di altri.
    Il destino è personale, traccia una via in cui abbiamo l’illusione di poter scegliere..in fondo. Possiamo discernere forse ‘tra le sue scelte’. I destini si incrociano: insegnano uno all’altro. Spesso cose incomprensibili, ma di cui bisogna far tesoro.
    Amo la cucina orientale, amo la cultura orientale. Ti lascio un sincero abbraccio e un grosso bacione.

  • Vaty ♪ ha detto:

    @ Dolcemeringa: grazie per la visita e grazie per i complimenti 🙂

    @ Giulia: Giulia, mia cara dolce Giulia, per festeggiare il tuo primo 1/2 traguardo accademico, ti avrei anche invitata, sai? .. sarà per il prossimo giro di boa.. cioè alla LAUREA, ci stai? ^_^

    @ Strawberry: No.. ti sento un pò giù e rassegnata 🙁 non devi, assolutamente. Tu sei ingambissima, oltre che iper-mega-acculturata.. penso che il destino abbia riservato invece delle belle sorprese per te… un abbraccio.

    @ Who is: sei fortissimo. eppure di cucine internazionali dovresti poter raccontarci qlc ;))

    @ Simona: TESORO, IERI ABBIAMO GIOITO IL POST-PARTITA INSIEME! Però, no, è meglio se non li provi questi spiedini.. tu sei agli alti livelli e sono sicura che avresti voluto FARLA TU la salsa. Anzi, ti lancio il guanto di sfida, che dici? <3

    @ Miss Valerie, Cinzia, Laura: GRAZIE!! Le foto sono tratte proprio dai campi sotto casa mia.. mi piace scendere ogni tanto con la reflex..e lo farei più spesso, se non fossero per le zanzare zzzzzzzzzz !!

    @ Pino: 😀 o mamma, sto ancora morendo dalle risate.. è vero, sembra tutto disconnesso, ma mentre postavo riflettevo sulle cose che erano successe questa settimana e poi, boh, mi è venuta quella frase finale. MA NO, IO NON SONO una chef.. MA SOLO un blogger “ribelle e incompresa” 😉

    @ Ely: sono incantata da questo commento.. grazie, veramente. Verrò a trovarti.

    • Pino Palumbo ha detto:

      Sono felice di averti fatto sorridere…anch’io leggendo prima il tuo post e poi scrivendolo…il mio commento… mi sono divertito! E’ bello credo iniziare la settimana con un pò di …sorriso! Ciao Vaty…Sawasdee ka!

    • simona ha detto:

      hahahha oh yeahhh amica mia!! sai quanto mi piace questa salsina? dai che magari ci provo!! poi però ci incontriamo e mi dici se è all’altezza della situazione!!?:) ps molto bello il nuovo header del blog.. molto mare,sole, coccole, relax e tanta serenità come quella che si respira in questo blog;) un abbraccio amica mia e forza Italia:D hahha

    • Vaty ♪ ha detto:

      @ Pino: 🙂

      @ Simoma: si, dai! io sono a roma ogni 2 mesi per il consiglio nazionale dell’associazione di avvocati di cui faccio parte, per cui, la prossima volta ti avviso (forse ottobre) e, se vorrai, faremo una passeggiatina in centro insieme (io sono innamorata di Roma <3
      Quanto al header.. mi fa piacere il tuo apprezzamento! avevo voglia di rendere il blog più estivo e fresco 😉 un bacione AMICA MIA E FORZA ITALIA!

    • simona ha detto:

      Puoi dirlo forte amica!;)nn vedo l’ora che arrivi ottobre <3

  • speedy70 ha detto:

    una vera delizia!!!!

  • Gianly ha detto:

    Cosa ne dici di cucinarli nella mia cucina?
    :))

    • Vaty ♪ ha detto:

      ci sto Gianly! se la tua cucina è arredata come il tuo blog, non oso immaginare che meraviglia .. 🙂
      spero di venire presto a Salò! non vedo ora di farmi offrire da te un bel caffè (o smoothie!!)

  • lea ha detto:

    Che bellezza il tuo blog, sperimenterò questa ricetta ed altre…speriamo bene!

  • Sophies Diary ha detto:

    ricetta ghiotta e parole come sempre sagge!

    la domanda è credi nel destino? io si, ci sono cose che a volte non sai spiegare, fatti, incontri, idee, tutto secondo un disegno prestabilito…..

    baci!

  • Dammi la manina ha detto:

    Uao! E per me, che non so cucinare, questa preparazione ha un tocco e un sapore di magia 😉

  • Uno spiedino a base di ostriche è perfetto per immergersi in una riflessione se poi accompagnato da un buon vino mi sa che dalla riflessione non ci sveglia più
    😉
    Non conoscevo il tuo blog, è bellissimo. poi con questa musica di sottofondo starei ore a visitarlo..BELLO.
    Un kiss

  • Marianna ha detto:

    Si, io credo nel destino *_*!
    Vaty da me c’è un giochino in corso, ti va di passare?ti aspetto eh!!:)

  • lory ha detto:

    che bella atmosfera si respira da te, mi piace moltissimo……non ho mai sentito parlare di salsa di ostriche ma la tua ricetta mi tenta moltissimo…..un abbraccio speciale…..Lory
    p.s. ho anch’io questa musica nel mio sito…bellissima…..

  • Who is? ha detto:

    Certo che posso raccontarti qualcosa, ma le cucine che amo io sono molto rurali… 🙂

  • Fascino in Rosa ha detto:

    Questa ricetta deve essere anche molto buona, l’aspetto è molto invitante… Si è vero a volte ci fermiamo a pensare al nostro destino, e quando va male diamo colpa alla sorte! Ma siamo umani e fatti di emozioni…la vita è bella per questo, Fulvia.

  • Arianna ha detto:

    Non sapevo esistesse la salsa di ostriche! Un assaggino certo che lo darei! Ciao, Arianna

  • che ricetta originale! mmm 😛
    non c’entra nulla ma hai visto il mio post del 15 giugno? aspettavo un tuo commento.. 🙂
    http://mammastudia.blogspot.it/2012/06/una-meta-fuori-dal-comune.html

  • Antonella Leone ha detto:

    sembrano davvero ottime! 😀

  • Kris ha detto:

    Da provare questa salsa di ostriche….magari con questa ricetta che sembra gustosa.
    Per quando riguarda il destino ci credo tantissimo.
    Buona giornata
    Kris

  • Serena ha detto:

    Non so se credo nel destino, credo certamente che ognuno di noi sulla terra abbia una missione, ma credo anche che ci debba essere, nelle nostre azioni, la convinzione che possiamo scegliere e costruire la nostra vita, migliorare, tendere alla perfezione e non rassegnarci *mai*.
    I “segnali dell’universo” che mi sono arrivati per tanti anni mi avrebbero potuto convincere che ero una perdente, destinata all’infelicità e persino a una morte precoce… ma io ho scelto di lottare e forse sarà stato destino che facessi questa scelta o forse era destino che la mia vita fosse migliore di quella che mi si prospettava, ma mi piace pensare di averci messo del mio e di essere riuscita ad “essere io stessa il cambiamento che vorrei vedere nel mondo” (Gandhi).
    Tanti baci e grazie per avermi offerto questo spunto di riflessione. E per la bella ricetta, chissà se riesco a trovare qui la salsa di ostriche, mi incuriosisce!

  • Vica in cucina ha detto:

    cosa non sai fare…? sei bravissima! Questa me l’ha segno e con la prima occasione non vedo l’ora di prepararla 😉 Baci :*

  • Viaggi e Baci ha detto:

    come sempre il taglio che dai ai tuoi interventi è sensibile e strepitoso!
    A proposito di destino e di quello che ti è successo in questi giorni, conoscerai sicuramente la storia dell’incontro a Samarcanda visto che è prettamente orientale. A me è servita moltissimo per accettare cose altrimenti inaccettabili …

  • elly ha detto:

    Mi stavo chiedendo se da Castroni a Roma potrei trovare questa salsa di ostrica. Mi ha incuriosito molto la tua marinatura! Se la trovo, la provo!!

  • Chiara ha detto:

    Vaty leggerti mi riempie sempre di emozione!!!
    le tue parole così profonde sembrano quasi sussurrate
    mi fanno sempre commuovere, sei meravigliosa!
    e che dire della tua creazione?! un piatto splendido!!!
    complimenti!!!

  • valentina ha detto:

    Ciao Vaty ! Che bello alla fine ci seri riuscita! Che belli i tuoi spiedini, mi incuriosiscono molto….ma senti la salsa d’ostrica dove la compro?

  • valentina ha detto:

    Ah Vaty dimenticavo …il template del tuo blog mi piace molto lo hai fatto tu?

  • valentina ha detto:

    hai fatto bene a rispondermi sul blog….senti ma che programmi usi ? Io vorrei provare a modificare tutto ma non so veramente nulla….

  • sississima ha detto:

    io credo cecamente nel destino, il fato che decide per noi, per la nostra vita, per la nostra sorte, in qualche modo…ricetta originale, da provare assolutamente, un abbraccio SILVIA

  • Patrizia ha detto:

    Una delizia!!! Mai assaggiata la salsa di ostriche…deve essere squisitissima!!! Una ricetta davvero molto gustosa e sfiziosissima…brava, brava!! Un bacione grande!!

  • carlafamily ha detto:

    Ciao carissima Vaty, chiedi se crediamo nel destino?
    Io credo che solo le persone si scelgono. Quindi va da se che non credo che noi scegliamo il nostro destino o che il destino scelga noi.
    Ci sono avvenimenti che non possiamo controllare, ma si chiamano imprevisti.
    Mi piace credere che tutto ciò che mi circonda è perchè ho scelto delle persone particolari nel bene e, ahimè, nel male.
    Un abbraccio cara Vaty…..
    Ah dimenticato, credo molto negli spiedini, questa ricettina poi…..

  • Federica ha detto:

    Credo al destino e all’impossibilità di sottrarsi alle sue “decisioni”. E probabilmente grazie al destino ho incrociato una persona splendida e sensibile come te. Riesci ad emozionarmi anche con la foto di un filo d’erba 🙂
    I tuoi spiedini sono particolarissimi, non riesco davvero ad immaginarne il sapore. Non avevo mai sentito la salsa d’ostriche, la mia cultura in fatto di cucina etnica è davvero penosa, ma con una brava maestra posso migliorare. L’aspetto è decisamente invitante ^_^ Un bacione tesoro, buona giornata

  • I tuoi post sono poesia pura! E anche quel piatto è decisamente poetico! 🙂
    Io dico sempre che le cose accadono perchè devono accadere e c’è sempre un perchè, anche negli eventi spiacevoli!
    Un abbraccio!

  • Moda ha detto:

    Non credo nel destino, penso che il destino siamo noi a farcelo…..ti rinnovo i complimenti per il tuo blog è davvero originale. Proverò la tua ricetta amo tanto cucinare. Un bacione Marcella

  • Roxy Giuliano ha detto:

    Il tuo blog è bellssimo ed elegantissimo !! Mi PIACE, Ci seguiamo a vicenda?
    un bacio
    la moda secondo erre

  • Pino Palumbo ha detto:

    Ciao Vaty…sul mio blog festeggio qualcosa di eccezionale! mi piacerebbe passassi! Ciao e buona giornata!

  • La Betty ha detto:

    io nel destino ci credo…ne sono fermamente convinta!Chissà cosa mi riserverà per il futuro…le tue immagini sono sempre bellissime

  • Elle ha detto:

    Questa nuova foto del profilo fa venire voglia di mare anche a me 🙂
    Per non parlare dello spiedino estivo! Ho fame, adesso, colpa tua 😉
    (io non credo nel destino)

  • Vaty ♪ ha detto:

    Mi sono fatta questa domanda in ordine al destino perchè ho giusto rivisto alcune foto che traevano il mio amico deceduto in compagnia di noi tutti e della sua fidanzata (la mia amica). Eravamo tutti così allegri e sorridenti allora.
    Sorridenti forse perchè .. ancora ignari di quel che il destino gli avrebbe riservato..
    di qui la domanda che ho posto anche a voi(che sembrerebbe stupida ma che non lo è).
    E così, vi ringrazio per avermi lasciato il vostro pensiero su questo tema.
    un tema che potrebbe apparire scontato e platonico ma che, in realtà, diventa quasi un cruccio quando certe cose accadono proprio a te ed alle persone a te care..

    Grazie a tutti.
    vaty

  • Antonella Leone ha detto:

    sai che mi piace la nuova immagine del profilo? alla fine ne hai messo una con il vestito bianco 🙂 hai fatto benissimo 😀

  • Yrma ha detto:

    Non so se credere al destino….c’è che dice che ce lo creiamo noi..con le nostre scelte…Anche io ho scelto di vivere lontano dalle mie radici ma..non so se questa è la strada giusta. Intanto mi godo la musica della mia fiaba preferita che ascolto melodiosa nel tuo blog e assaggio virtualmente questo piatto delizioso!!!

  • Ale ha detto:

    Ciao! Devono essere davvero gustosi come spiedini, in bocca al lupo per il contest. Ho visto i cmabiamenti…bellissima la fotografia della spiaggia, mi mette un’enorme voglia di vacanza!

  • Andrea da Bangkok ha detto:

    Innegabile la somiglianza con i Satay di Pollo… resto solo perplesso sull’uso del frullatore. Ho ri-scoperto (visto che anche in Italia si potrebbe e dovrebbe usare come per far il pesto genovese) il prezioso “mortaio”: pestare gli ingredienti invece di frullarli credo abbi significato nell’impedire il surriscaldamento degli ingredienti e al tempo stesso la fuoriuscita degli aromi.

    Complimenti per la ricetta… la devo passare a mio padre che dopo il viagio in Thailandia riadatta tutto con quello che l’Italia può offrire!

    • Vaty ♪ ha detto:

      Hai ragione Andrea! Avrei dovuto usare – da brava Thai – il mortaio!,
      Mannaggia a me che non ne ho uno 🙁 Sono proprio una Non Thai vero? Purtroppo di Thailandese oggi mi è’ rimasto solo l’aspetto fisico 😉
      Ma ecco perché la ragione di questo blog : per scavare le mie radici e riscoprire il mondo che dovrebbe essere mio e che ho lasciato anni anni fa…

  • corto maltese ha detto:

    ho provato a farli oggi, ho solo aggiunto alla salsina del Sambal (una salsina piccante indonesiana) che gli ha dato una marcia in più. OTTIMI , sia come sapore che come aroma che ha riempito la casa, solo attenzione a non cuocere troppo la carne

    grazie per la ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *