Fluffosa alle mandorle

La fluffosa l’abbiamo vista in tutte le varianti possibili, tra web e il libro di LE FLUFFOSE di Monica Zacchia, ma qualcuna l’ha mai provata in versione con le mandorle? Nel dubbio, ho voluto provarci io: una fluffosa con il latte di mandorla e con scaglie di mandorle (tostate o non, a piacere). Il latte di mandorle potete ottenerlo con il panetto, oppure acquistandolo nei negozi bio. Per non appesantire troppo la torta, il latte dovrebbe essere fluido e leggero.

Print Recipe
Fluffosa con latte di mandorle e mandorle in scaglie
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
  • 180 g zucchero
  • 200 g farina
  • 4 uova
  • 100 ml latte di mandorla
  • 80 g olio di semi
  • mezza bustina lievito
  • un pizzico sale
  • q.b. mandofle
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
  • 180 g zucchero
  • 200 g farina
  • 4 uova
  • 100 ml latte di mandorla
  • 80 g olio di semi
  • mezza bustina lievito
  • un pizzico sale
  • q.b. mandofle
Istruzioni
  1. Separate i tuorli dagli albumi.
  2. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il sale e il lievito.
  3. Nello stesso recipiente, versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, il latte di mandorla
  4. Montate a neve ferma gli albumi (con le fruste o nella planetaria)
  5. Intanto, mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo. Quindi inserite gli albumi montati con movimento dal basso verso l'alto senza far smontare il composto
  6. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. (Se usate uno stampo tradizionale invece sì) e infornate e cuocete a 165° per 40-45 minuti circa (a seconda del forno), verificate con uno stuzzicadente la cottura.
  7. Fate raffreddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake): infine spingete la base in basso e estraete lo stampo (se non stacca, fatevi aiutare da un coltello). Decorate a piacere con scaglie di mandorla

Un abbraccio a tutti e grazie per essere passati di qua <3

 

 

 

4 Comments

  • Silvia ha detto:

    Bellissima ricetta, come sempre!
    Cara Vaty, ho appena ordinato il tuo libro su Amazon e non vedo l’ora di leggerlo… ti seguo da diverso tempo e talvolta ho anche scritto qui nel blog, a proposito delle tue ricette.
    Ma adesso vorrei solo complimentarmi con te perché sei curiosa, vivace e hai saputo seguire la tua natura e le tue passioni più vere, a dispetto degli ostacoli, dei dolori e delle difficoltà che hai incontrato.
    Anche se non ci conosciamo di persona sono felice per te, e sono certa che la tua energia e il tuo amore per la vita ti porteranno sempre a vivere in modo luminoso e profondo.
    Un abbraccio!

    • vaty ha detto:

      che gentile che sei Silvia. Leggo questo commento con un sorriso enorme stampato in viso 🙂
      Grazie di cuore per aver ordinato il tuo libro.. mi farà tanto sapere che potrai leggere di più di me, del mio vissuto e di quel che vorrei tanto raccontare sul mio modo di vedere il mondo. Buona lettura e grazie per queste parole davvero speciali che arrivano dritte al cuore dandomi ancora più carica e energia. <3

  • Silvia ha detto:

    Sì Vaty, a volte noto che vorresti raccontarti di più nel blog, ma immagino non sempre sia possibile farlo (ogni vita ne tocca altre, e non è semplice parlare di sé pubblicamente senza giocoforza esporre anche qualcun altro).
    Ciò che credo troverò nel libro è una storia sincera, la storia di una donna molto in gamba, con un passato non facile ma con un incrollabile desiderio di essere felice… e l’augurio che ti faccio è proprio questo: sii felice!
    Ti abbraccio nuovamente, Vaty!

  • Silvia ha detto:

    Ecco Vaty, libro arrivato e… divorato (per restare in tema!).
    Sei una forza della natura, leggere la tua storia fa riflettere… e suscita anche entusiasmo per la vita e per le sue sfide e opportunità, che tu hai sempre saputo cogliere senza timore.
    Le cose non capitano per caso, e la tua storia è arrivata in un momento in cui la tematica delle scelte di vita, del buttarsi e dell’impegnarsi si fa sentire con prepotenza.
    Mi è piaciuta molto la tua schiettezza… nonostante il costante desiderio di essere amata e apprezzata, che più volte esprimi, hai saputo anche essere diretta senza edulcorare certi aspetti o pensieri: sei in gamba, Vaty.
    Avanti così, con sempre nuovi sogni in mente e sentimenti forti nel cuore.
    Un abbraccio!
    Silvia
    Ps: molto bella anche la parte delle ricette.. credo che inizierò sperimentando quella dello sticky rice dolce, che adoro! 😉

Rispondi a Silvia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *